fbpx

Il Lago di Ginevra è il più grande dei laghi francesi, ma non si trova interamente in Francia. La sua sponda meridionale è in gran parte francese, ai piedi delle Alpi , mentre quella settentrionale è in Svizzera.

È un lago che sembra davvero un mare. Quando ci si trova sulla sponda francese e si ammirano le colline svizzere di fronte, la distesa d'acqua è immensa. È attraversato da ogni tipo di imbarcazione, comprese quelle della Compagnie Générale de Navigation sur le Lac Léman (CGNL). A volte sembrano uscite da un vecchio film dell'inizio del XX secolo e questo stile un po' antiquato conferisce loro un aspetto fiero contro le acque blu del lago.

Il versante francese è incuneato tra i contrafforti dello Chablais che cadono quasi a picco sul Lago di Ginevra e le acque talvolta tempestose dello Joran, il vento violento che soffia sul lago dalle montagne del Giura. Le montagne alle spalle di Evian sono note come Alpi del Lago di Ginevra.

Infine, un aneddoto. Due espressioni francesi hanno le loro radici qui. Il n'y a pas feu au lac" ("Non c'è fuoco sul lago"), che significa che non è ancora il momento di andare e lasciarsi tutto alle spalle, deriva dal tramonto incandescente sul Lago di Ginevra. Il colore sgargiante, che ricorda il fuoco, indicava la fine della giornata lavorativa. E "faire ripaille", che significa banchettare, deriva da alcune delle famose feste tenute al castello di Ripaille da Amedeo VIII, duca di Savoia!

Intorno a Evian

AlpAddict a Evian-les-Bains
Evian-les Bains - Foto: ©MaruokaJoe - stock.adobe.com

Evian-les-Bains, famosa in tutto il mondo per il suo marchio di acqua in bottiglia, il cui logo ricorda le Alpi del Lago di Ginevra, è prima di tutto una città termale.

Quindi andremo alla ricerca delle sorgenti nella città stessa. Alla buvette Cachat, si può vedere l'acqua che sgorga da una fontana dopo aver attraversato le montagne... Allo stesso tempo, si può scoprire la città vecchia con le sue facciate da città termale: nello stile dei palazzi della Belle Epoque o delle ville che hanno sicuramente mille storie da raccontare. Il Palais Lumière, la Villa Lumière, il casinò, il teatro, i parchi e i giardini e infine il porto... C'è tutto quello che serve per girare la città, che dà il meglio di sé nei mesi estivi. Per i più romantici, si consiglia una visita in autunno o in inverno, quando le nebbie fredde coprono il lago e conferiscono alla città silenziosa un'aria misteriosa.

A pochi chilometri a est, proprio al confine con la Svizzera, si può scoprire uno strano villaggio. Saint Gingolph. Metà in Svizzera e metà in Francia. Una sola chiesa e un cimitero in comune, ma un vero e proprio posto di confine tra le due parti del villaggio.

L'entroterra diEvian-les-Bains offre uno scenario montano molto autentico. La Val d'Abondance, fino a Châtel, offre l'accesso al comprensorio sciistico delle Portes du Soleil ed è costellata di villaggi e borghi molto tipici, con chalet in legno e graziose chiesette, il tutto sullo sfondo di pascoli dove pascolano silenziose e pigre le mucche della razza Abondance, il cui latte viene utilizzato per produrre il famoso formaggio.

Ma c'è anche il meno conosciuto ma altrettanto bello Pays Gavot, il cui capoluogo Bernex è dominato dall'imponente sagoma della Dent d'Oche.

Infine, vi piacerebbe sciare sulle piste ammirando il blu del Lago di Ginevra ? Potete farlo a pochi minuti da Evian, nella vicina località di Thollon les Mémises.

Una traversata verso Montreux o Losanna potrebbe essere una buona occasione per scoprire le Alpi dietro la città diEvian. Quando ci si allontana, le montagne si innalzano e la città sembra minuscola sotto l'immensità delle Alpi. È anche possibile prendere un battello per raggiungere la tappa successiva: Thonon.

Intorno a Thonon-les-Bains

AlpAddict a Thonon
Il porto di Thonon-les-Bains - Foto ©mimpki - stock.adobe.com

Thonon-les-Bains è il centro economico della regione. Come ex capitale della regione dello Chablais, è possibile esplorare la storia della regione nel suo museo.

Il centro città e le vicine rive del fiume alla periferia della città offrono belle passeggiate e interessanti visite storiche, tra cui il celebre Castello di Ripaillecitato in precedenza.

L'entroterra di Thonon-les-Bains offre l'accesso alla valle della Dranse, dove potrete scoprire il Ponte del Diavolo, l'abbazia in rovina di Saint Jean d'Aulps, il villaggio di Morzine e la località di Avoriaz.

Si può anche passeggiare tra i paesaggi più prealpini della Vallée Verte , che ospita anche diverse stazioni sciistiche, tra cui Les Habères.

Lago e montagna sono intrinsecamente legati in questa regione, e si può passare molto rapidamente da soleggiate passeggiate sul lago a montagne innevate dove la primavera non è ancora arrivata...

Intorno a Yvoire

AlpAddict in Yvoire
Yvoire sul lago di Ginevra - ©stephane - stock.adobe.com

Yvoire, uno dei più bei villaggi di Francia, è all'altezza del suo nome. Un piccolo gioiello medievale, un porticciolo, un giardino murato medievale, il tutto all'interno di un'unità architettonica che le fa guadagnare milioni di foto ogni anno!

Non lontano da qui, potrete rilassarvi sulla più bella spiaggia di sabbia del Lago di Ginevra, aExcevenex. Questo luogo soleggiato, un po' più lontano dalle montagne, è quasi come il mare.

Come tutti sappiamo, un lago è ancora più bello quando lo si può ammirare dall'alto.

Mentre l'altopiano di Thollon les Mémises offre una vista sul Grand Bassin, è possibile ammirare il Petit Bassin (la parte più stretta del lago proprio di fronte a Ginevra) dalla cima del Mont Salève. Da lassù, la vista spazia su gran parte delle montagne dell'Alta Savoia e del Giura, compreso naturalmente il Monte Bianco. In basso, il lago e, all'estremità occidentale, la città di Ginevra.

Scendendo da Mont Salève, faremo una passeggiata in questa cittadina svizzera, che esploreremo in un altro articolo.

Anche questi articoli potrebbero essere di vostro interesse

Cinque buoni motivi per visitare Chambéry

Cinque buoni motivi per visitare Chambéry

Facile da raggiungere, Chambéry è una delle porte d'accesso alle Alpi, in qualsiasi stagione. Non è solo una tappa, ma una destinazione a sé stante. AlpAddict vi porta alla scoperta di Chambéry, la capitale della Savoia.

Lac du Bourget, un lago romantico

Lac du Bourget, un lago romantico

Il Lac du Bourget, il più grande lago francese, a volte assomiglia alla Riviera. Tuttavia, si trova nel cuore della Savoia e offre un mix variegato di acqua e montagne!