fbpx

Scopriamo i laghi delle Alpi svizzere. I cinque siti con i panorami più belli.

Un lago è bellissimo. La luce risplende sulle increspature della sua superficie, la brezza rinfresca la pelle e abbassa il livello di rumore della città o del villaggio che nuota nel lago.

La natura è onnipresente, con fiori e vegetazione lussureggiante che crescono lungo le rive, favoriti dal clima mite tipico delle rive dei laghi e dalle fitte foreste che sorgono dalle montagne che circondano i laghi alpini.

Sì, ed è questo che rende un lago alpino così speciale: spesso sono delimitati da alte creste, ed è da lassù che si possono ammirare i paesaggi più belli.

Ecco alcune idee per ammirare i panorami più belli dei laghi alpini da punti panoramici facilmente accessibili.

Il Niederhorn da Beatenberg sopra il lago di Thun

Il lago di Thun alle porte dell'OberlandOberland bernese è una destinazione ideale per chi ama le vacanze sul lago nelle Alpi...

Le città di Thun, Spiez e Interlaken offrono splendide passeggiate in contesti urbani molto diversi. Poco più avanti, il lago di Brienz, con le sue acque blu, completa questo paesaggio idilliaco.

Beatenberg, raggiungibile da Interlaken o con la funicolare da Beatenbucht sulla sponda nord del Lago di Thun, è un buon posto per ammirare il panorama.

Dalla cima si accede a un magnifico balcone naturale da cui si può ammirare non solo il lago di Thun, ma anche il paesaggio montano della regione della Jungfrau.

Possiamo vedere la parete vertiginosa dell'Eiger e le calotte di ghiaccio della Jungfrau e del Mönch. Una macchia bianca che scintilla alla luce del sole contro il paesaggio più scuro del lago ai nostri piedi.

A pochi chilometri di distanza si può salire con la funivia fino alla cima del Niederhorn, a quasi 2000 metri di altitudine.

Il panorama si apre su tutta la regione bernese. Una vera boccata d'aria fresca e la sensazione di volare.

Il Pilatus tra il Lago dei Quattro Cantoni e le Alpi

Quasi al centro della Svizzera, a un'altitudine di 2.100 metri, il Monte Pilatus offre la migliore vista panoramica sul Lago dei Quattro Cantoni. Probabilmente il lago più fotogenico delle Alpi svizzere.

Vedrete questo magnifico lago come se foste un'aquila in volo.

A cabinovia da Kriens, un villaggio alla periferia di Lucerna, porta i turisti direttamente in cima. Se siete dei buoni escursionisti, potete anche salire o scendere a piedi.

Affacciandosi su alcune parti del lago quasi a picco, da lassù si possono ammirare città e villaggi come Lucerna e Weggis, altri punti panoramici un po' più in basso, come il Rigi e il Bürgenstock, nonché tutte le montagne della Svizzera centrale.

Un must quando si visita questa parte della Svizzera.

Il Rigi, di fronte al Lago dei Quattro Cantoni nelle Alpi svizzere

Di fronte al Pilatus si trova il Rigi e il suo trenino rosso.

A 1.800 metri di altitudine, questa cima domina la sponda orientale del Lago dei Quattro Cantoni, offrendo una vista panoramica su quasi tutti i rami del lago, ed è accessibile anche in treno.

È possibile raggiungere il Rigi Kulm (la vetta) in treno da Vitznau o Goldau. Se si prende la funivia da Weggis, si arriva direttamente a Rigi Kaltbad, una stazione quasi sulla cresta della vetta, servita anche dalle altre due linee ferroviarie.

Non è solo la vetta a meritare una deviazione: ci sono molti punti panoramici su questa montagna che si possono esplorare man mano, a seconda del punto di partenza.

Il Rigi è un grande parco giochi avventuroso che delizierà gli escursionisti di tutte le età, dai più stanchi ai più sportivi!

I Rochers de Naye, punto panoramico sul Lago di Ginevra

Il trenino parte da Montreux, sulle rive del Lago di Ginevra, e porta i passeggeri in cima alle montagne che delimitano il lago a est. Ciò che vi aspetta in cima è una delle più belle viste panoramiche su un lago delle Alpi svizzere.

A 2000 metri di altitudine, più di millecinquecento metri sopra la superficie del lago, le Rochers de Naye offrono un panorama mozzafiato sulle Alpi vodesi e sulle prime cime del Vallese. Vallesela regione dello Chablais e praticamente tutto il Lago di Ginevra. È possibile vedere Evian, Losanna e i vigneti del Lavaux.

Naturalmente, dalla stazione in vetta si può programmare un'escursione sulle creste vicine per ammirare nuovi paesaggi mozzafiato, oppure scendere a piedi per non perdere di vista il blu del Lago di Ginevra.

Attenzione ai fotografi: poiché il sole tramonta sui Rochers de Naye che si affacciano sul lago, il pomeriggio non è ideale per le foto... quindi è meglio venire la mattina presto quando il sole è ancora alle spalle.

Monte Bré, vista su Lugano e il suo lago

Questo articolo sui belvedere che si affacciano sui laghi delle Alpi svizzere non poteva concludersi senza citare i laghi del Ticino. Avremmo potuto scegliere i belvedere che si affacciano sul Lago Maggiore vicino ad Ascona o a Locarno, ma ho preferito presentarvi il Monte Bré, situato a Lugano.

È facilmente raggiungibile con la funicolare, il sentiero o la strada.

È facile da raggiungere ed è una passeggiata molto apprezzata sia dai ticinesi che dai tanti italiani che dalla vicina Lombardia vengono a trascorrere una giornata a Lugano.

Salendo, si possono vedere i tetti della città ritirarsi in lontananza e ammirare la curva del golfo formato dalle sponde del Lago di Lugano su entrambi i lati della città.

Come una sagoma gobba, il Monte Sant Salvatore si erge sulla sponda opposta e domina il villaggio di Paradiso, così chiamato per la bellezza del paesaggio.

Si può percorrere tutto il ramo meridionale del lago, attraversato dall'autostrada e dalla ferrovia su un ponte che dà l'illusione di galleggiare sull'acqua e che si perde nelle nebbie del Monte San Giorgio, da cui parte il ramo del lago, sulle cui sponde si trova il grazioso e colorato villaggio di Morcote.

A est, ci si affaccia su un fiordo boscoso in cui il lago occupa un posto d'onore. In fondo, dove il lago finisce, c'è la sponda italiana. In questa direzione, e solo pochi chilometri più avanti, la strada ci avrebbe portato a una nuova avventura proprio in mezzo alle rive. Il lago di Como.

Vedere un lago dall'alto è sempre una sensazione rilassante. La distesa d'acqua immobile, appena screziata da qualche motoscafo quasi invisibile, contribuisce a questa sensazione di abbandono. I suoni sono lontani, il vento soffia regolarmente e il sole riscalda la pelle e il cuore.

Un'esperienza da non perdere quando si visita una regione con laghi nelle Alpi.

In Svizzera abbiamo scelto di coprire solo una parte della moltitudine di laghi, quindi presto scriveremo un nuovo articolo con altri punti di vista eccezionali.

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Cinque buoni motivi per visitare Chambéry

Cinque buoni motivi per visitare Chambéry

Facile da raggiungere, Chambéry è una delle porte d'accesso alle Alpi, in qualsiasi stagione. Non è solo una tappa, ma una destinazione a sé stante. AlpAddict vi porta alla scoperta di Chambéry, la capitale della Savoia.

Scoprite la Val Müstair in inverno

Scoprite la Val Müstair in inverno

Val Müstair. Qui si parla ancora romancio e l'accesso avviene tramite un passo dalla Svizzera. È alle porte dell'Italia. Arte, storia e natura si fondono in questa valle. AlpAddict vi invita a scoprirla.